Direttiva divieto riprese audio e video. Anno scolastico 2018/2019

Il Dirigente Scolastico fa divieto di effettuare riprese audio e video, sia durante le attività didattiche ordinarie che durante le attività alternative, per documentare alle famiglie l’andamento didattico- disciplinare degli alunni.
Ciò in considerazione del fatto che le riprese coinvolgono tutti gli alunni della classe, pertanto la stessa autorizzazione del singolo genitore rispetto al proprio figlio non ha fondamento, in quanto la visione riguarda l’attività di tutti gli alunni nella globalità.
Il divieto è assoluto e totale e trova le sue motivazioni giuridiche nella normativa di tutela della privacy, da ultimo il Regolamento UE 679/2016, entrato in vigore il 25 maggio 2018.
Il Dirigente Scolastico comunica altresì che, in qualità di titolare del trattamento dei dati, qualunque deroga a tale direttiva deve essere concordata e preventivamente autorizzata per iscritto, come indicato sull’incarico al trattamento dei dati che ogni lavoratore ha firmato all’inizio dell’anno scolastico.
Si ricorda infine, in ogni caso, che effettuare riprese audio e video senza il preventivo consenso dei genitori costituisce comportamento grave e sanzionabile.

Il Dirigente Scolastico

Prof.ssa Chiara Lucia Schiavo